Progetti in corso

< Torna ai progetti in corso

Neuropsichiatria Infantile

La Fondazione Azzanelli Cedrelli Celati e per la Salute dei fanciulli partecipa in modo cospicuo alla prosecuzione di due progetti importanti promossi dalle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza della provincia di Bergamo, mettendo a disposizione la cifra di complessivi € 150.000,00 , la cui realizzazione era stata compromessa dalla notevole riduzione dei fondi ad essi assegnati dalla pubblica amministrazione.

Si tratta di due progetti che hanno al centro l’handicap in età neo-natale ed evolutiva:

  • “PRECOCITA’ E APPROPPRIATEZZA DI DIAGNOSI E PRESA IN CARICO TERAPEUTICO – RIABILITATIVA DEI DISTURBI COMPLESSI DELLO SVILUPPO NEUROPSICHICO NELLA FASCIA 0-5”, guidata dalla sezione degli Ospedali Riuniti di Bergamo.
    Attraverso il coinvolgimento della rete assistenziale dei pediatri di famiglia e delle agenzie educative dell’età prescolare che hanno il compito di segnalare e diagnosticare il più precocemente possibile i più importanti disturbi complessi dello sviluppo psicomotorio, della comunicazione, del linguaggio e dello spettro autistico, ha come scopo l’introduzione di metodologie innovative riguardanti la diagnosi precoce e l’intervento terapeutico specifico, in modo da ridurre il più possibile il grado di disabilità nelle età successive. Particolare attenzione viene data alla terapia centrata sulla famiglia e alla formazione specifica in aree altamente specialistiche come la genetica medica.

  • “DISABILITA’ IN ETA’ EVOLUTIVA: RUOLO DELLA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE PER L’INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE”, guidata dalla sezione dell’ Ospedale Bolognini di Seriate.
    Attraverso una appropriata e tempestiva presa in carico diagnostico-terapeutica di tutti i soggetti in situazione di handicap con disabilità complessa (autismo, ritardo mentale grave con disturbi del comportamento, sindromi genetiche rare, ecc), favorendo una più adeguata integrazione scolastica e sociale e fornendo un migliore supporto alle famiglie, nonché migliorando la qualità dei servizi offerti e della formazione degli operatori, obiettivo e metodo al contempo è la costituzione di una rete assistenziale integrata dei servizi e delle agenzie che sul territorio si occupano di handicap le quali, svolgendo un ruolo di filtro preventivo, permettano una maggiore specificità e qualificazione dell’azione delle Unità di Neuropsichiatria, sostenendo al meglio il disabile e la sua famiglia.

< Torna ai progetti in corso